Menu

Domanda n.25: La Luce è UNA

Monday, 2 January 2017

Domanda:
Domanda: "Cara Maria, vedo tanta gente commettere peccati, andare in chiesa a confessarsi e dopo, come se nulla fosse, ricominciare a commettere gli stessi peccati. Non c'è modo di uscire da questa spirale senza senso?"

Risposta:
Risposta:

"Caro Paolo, tu hai toccato uno dei nodi più difficili da sciogliere. Il peccato ha una grande importanza, ovviamente, sopratutto dal punto di vista morale. Ma chi fa un percorso come il nostro, deve andare oltre, e deve riflettere sul fatto che nel percorso evolutivo il peccato conta poco: conta di più la disposizione mentale, perchè è quella che rende possibile il peccato, o, meglio, direi, l'errore commesso.
Ecco perchè è importante la sofferenza nell'evoluzione. E questa nostra sofferenza terrena non è una punizione per i nostri errori, ma è un modo per purificare la nostra anima. Bisogna rendersi conto dell'errore commesso. Bisogna essere consapevoli di questo, entrare dentro di noi e conoscerci per ciò che siamo veramente, non per quello che crediamo di essere o vogliamo essere.
E' questa consapevolezza che ci fa crescere. Conosci te stesso dicevano gli antichi, perchè devi conoscerti per quello che sei per cambiarti, e migliorare.
E' per questo che Neri ci ha invitato più volte a modificare i nostri schemi mentali:
"Buttate via i vostri pensieri vecchi, le vostre azioni vecchie, i vostri modi di fare vecchi, le vostre abitudini vecchie: rinnovatevi, perchè la vita è un rinnovo continuo...e noi siamo parte di un'Era nuova!" (Neri 4.12.93).
E' solo cambiando i nostri atteggiamenti mentali che possiamo smettere di commettere errori. Può aiutarti sull'argomento leggere questi insegnamenti del Maestro:

"La pace sia con voi. Cari figli, la Luce è sorgente di vita, la Luce è la creazione di tutto ciò che circonda, è la creazione stessa del vostro respiro, è la creazione di tutto ciò che voi amate. Se voi amate l’illusione, la Luce è la creazione della vostra illusione, poiché voi, quando pensate o amate qualsiasi cosa, tutto è creato dalla vostra immaginazione. Ebbene, tutto è forma della stessa Luce, tutto è creato affinché ogni cosa, anche il vostro più lontano sospiro, sia creazione divina. Nulla viene disperso, nulla viene nascosto, nulla viene accantonato, tutto è Luce! Se voi amate, è Luce; se voi riuscite a pensare, è Luce; se voi lavorate, è Luce; se voi sospirate d’amore, è Luce; tutto ciò che voi desiderate, è Luce.
E tutto fa parte di una creazione esterna? Sì, fa parte di una creazione esterna, ma vi dico di stare attenti alle affinità di quella che è l’illusione esterna della vostra sospirata vita, poiché nell’esterno voi trovate anche l’inganno, trovate l’illusione, trovate tutto quello che vi può trarre nella più disagiata disarmonia. Questo perché per arrivare al di sopra di voi, per oltrepassare i confini della vostra materia, non dovete cominciare dall’esterno, ma dovete cominciare a rientrare in voi stessi, andare a ritrovare quella piccola scintilla che è in voi.
Allora Io vi dico che se voi, il vostro cammino, cominciate a farlo all’interno della vostra anima, troverete la Verità, troverete l’inizio della via, di una via che vi porta lontano, al di sopra di voi stessi. Ma per essere al di sopra di voi stessi, per conoscere questa Verità che non si muta, non si cambia, rimane ferma, così bella, dovete cominciare all’interno di voi, conoscervi! E quando la vostra meditazione vi avrà portato all’interno del vostro cuore e della vostra anima, in quella piccola scintilla che continuamente brilla, e nell’interno della vostra mente, rivedrete allora uscire da voi quella radiazione che s’innalza sempre di più!
Ecco dove comincia l’esistenza di un’evoluzione: non all’esterno, ma all’interno di voi, perché dentro di voi trovate la prima Verità, perché dentro di voi c’è l’origine della vostra vita, dentro di voi c’è il punto di partenza di un’anima che aspetta, di uno spirito che brilla. Dovete allora cominciare da dentro di voi ed innalzarvi sempre di più al di sopra di voi, distaccandovi da quella che è la materia.
Non vi dovete preoccupare di che forma è fatta, ormai è superata: degli atomi, dei respiri, sono cose superate. Dovete incominciare dentro di voi, come un punto di partenza nella lontana creazione: lì sta l’inizio di tutto ciò che palpita nel cuore del divino.
Non vi preoccupate di che forma è fatto lo spirito, non vi preoccupate se la fede è bianca o gialla o Cristica o Buddhica o come volete chiamarla. La Luce è Una, senza poterla mai mischiare, è indefinibile, senza colore, trasparente, di un colore che brilla di scintille che continuamente si intrecciano fra di loro, si scambiano, sospirano, illuminano, agevolano, comprendono, aiutano, sviluppano e crescono. Crescono a dismisura quando trovano un fratello che cerca l’assoluta Verità dentro di sé.
Cercando dentro di sé, trova quello che già ha: una parte di Dio."

(Il Maestro 12.02.86)
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento