Menu

Domanda n.50: " Bruciare il passato"

Wednesday, 3 April 2019

Domanda:
"Cara Maria, mi porto dietro un sacco di sensi di colpa, perchè per tanto tempo mi sono comportata come se fossi al centro del mondo, trascurando i sentimenti altrui, facendo ciò che mi interessava, non dando ascolto a chi avevo intorno, non prestando attenzione a nessuno. Poi di colpo, mi sono accorta di essere sola e mi sono sentita molto male. Ora tutti questi sensi di colpa mi affliggono, ma non so come rimediare, ormai credo sia troppo tardi ."

Risposta:
"Cara Marta, il passato ti è servito, anche se hai fatto errori: ti è servito per arrivare al punto attuale e, come vedi, la tua coscienza ti sta facendo riflettere. Ma il passato ora non ti serve più: puoi elaborarlo per capire meglio, ma poi lo devi abbandonare. Insegna il Maestro: "Disintegrate il vostro passato, disintegrate tutto ciò che vi appartiene e che vi dà dolore o fastidio mentalmente; distruggetelo, poiché Io vengo qui a voi per portarvi l’eterna giovinezza, l’eterna consapevolezza, l’eterno amore di un futuro che è prossimo per molti di voi. Io vi porto una gioia e la Luce nuova, una Luce che non costituisce falsità o imbroglio, una Luce piena d’Amore, una Luce piena di Verità."
Quello che ti è successo ti è servito, perchè doveva portarti piano piano a risvegliare la tua coscienza. Ora è il momento di andare oltre, di lasciare perdere il passato e pensare al dopo. Quello che è stato è stato, dimentica e vai avanti. E se non ti riesce di dimenticare tutto, perchè questo spesso è impossibile, specie per certe situazioni che ti hanno colpita profondamente, allora cerca di togliere da quelle esperienze il sentimento che hai provato: la rabbia, il risentimento, il rancore, la disperazione, forse anche l'odio. Fai in modo, con la volontà, di togliere dal ricordo quel sentimento negativo che hai avuto! Lascia che di quell'episodio resti solo come una foto sbiadita, che non ti scuote più. Non è facile, ma ci riuscirai e piano piano vedrai che quel ricordo non ti farà più male.
E' necessario, perchè solo così potrai andare avanti verso la Luce, "la Luce piena di Verità". Ormai hai preso consapevolezza di te: non ti giudicare più, non ti condannare, non avere complessi di colpa, perchè non serve a niente. Restare fermi nel passato è inutile, anzi dannoso. Per andare avanti su questa strada e migliorarti serve che tu cambi le tue abitudini, il tuo modo di agire e di reagire ai fatti della vita. Serve una nuova mentalità.
Leggi cosa insegna Luigi:

"Il Maestro ha detto "Disintegrate il vostro passato, disintegrate tutto ciò che avete vissuto!’ Voleva dire, da oggi, da questo attimo, comincia una nuova vita, una vita piena, una vita vera, una vita nuova! Perciò, – io vi ripeto – bruciate il vostro passato, i vostri ricordi, le vostre abitudini, ché esse appartengono al passato, e sanno di vecchio. Bruciate, disintegrate tutto ciò che avete fatto, perché sa di vecchio! Disintegrate le vostre abitudini, tutto ciò che avete imparato, anche sui libri, perché sa di vecchio!
La nuova sapienza, come avete cominciato a capire in questo nuovo ciclo, sarà tutta nuova: più vera, più mite, più umile, più sentita.
Il vestito che avete portato fino ad oggi, è un vestito vecchio, quello delle vostre abitudini, del vostro modo di essere, poiché voi siete un essere nuovo, non più primitivo! E allora disintegrate tutto questo, trovate la pace dentro di voi, la sostanza nuova dentro di voi. Imparate ad essere ed a sentire la ragione di essere strumenti nuovi!
Tutto si rinnova! Ad ogni giorno sorge il sole, e tutti vedono sorgere il sole, ma il sole del giorno dopo è più bello, è più sottile, più vero. Perché? Perché già lo conoscete. Entrate nel suo meccanismo di una nuova conoscenza, di un modo di essere nuovo. Già l’esperienza vi ha dato che per essere a questo giorno, avete dovuto passare tanti, tanti giorni. I primi giorni forse, del sole che sorgeva molti non se ne accorgevano e andavano oltre. Oggi no, oggi con ansia si aspetta il nuovo giorno che sorge, perché ci deve dare una vibrazione nuova, un volto nuovo a questa esistenza nuova.
E allora, un nuovo sole, un nuovo giorno, un nuovo modo di essere, di concepire e di fare le cose, perché se voi ogni giorno vedete sorgere il sole, ma ogni giorno non fate le stesse cose, non parlate nella stessa maniera, ma parlate e parlate fino al punto di comprendere tante cose, le spiegate meglio, le comprendete meglio.
E allora, sorgete ad un nuovo giorno, con una nuova mentalità, un nuovo modo di vivere e di conoscenza maggiore. Bruciate quindi il passato, disintegratelo, – dice il Maestro – perché non vi appartiene più; lo avete già incorporato, finito, usato, non vi serve perché voi lo avete già incamerato dentro di voi. E una volta incamerato dentro di voi, esso si trasforma e prende parte attiva di una nuova vita e di una conoscenza nuova.
Allora non vi appartiene più: quello è solo ed è stato un umile momento per farvi conoscere un nuovo giorno, una nuova era, un nuovo modo di vivere e di comprendere tutte le cose. Oggi che siete arrivati ad una conoscenza maggiore, io vi dico: ‘Non brave noi Entità, ma beati voi che con la vostra intelligenza, il vostro modo di comprendere le cose, la vostra volontà, il vostro sacrificio siete arrivati a questa conoscenza."
(Luigi 19.9.90).
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento