Menu

Domanda n.51: " Kepler:il pianeta gemello"

Sunday, 28 April 2019

Domanda:
"Cara Maria, qualche mese fa ho letto la notizia della scoperta di un pianeta gemello alla Terra. Questo pianeta, chiamato "Kepler 452b", è stato scoperto dal telescopio spaziale della Nasa, un occhio potentissimo lanciato sei anni fa che scruta circa centocinquantamila corpi celesti nella Via Lattea. Sono stati catalogati cinquemila pianeti con caratteristiche interessanti; di questi, solo due hanno elementi decisivi: sono di dimensioni simili alla Terra e girano intorno ad un sole simile al nostro, nella fascia cosidetta "abitabile", cioè non troppo vicino, nè troppo lontano dal proprio sole. Ma di questi due, solo Kepler, che si trova nella Costellazione del Cigno, a millequattrocento anni luce da noi, ha qualcosa in più: la dimensione, perché è grande poco più della terra, e gira intorno al suo sole in 385 giorni, ad una distanza simile a quella che separa noi dal Sole, cioè centocinquanta milioni di chilometri. Anche il suo sole è simile al nostro, solo un pò più luminoso (articolo rivista"Esquire"2018) (www.esquire.com/it/lifestyle/tecnologia/a20658896/kepler-452b) .
Volevo sapere se nelle vostre rivelazioni il Maestro o Luigi vi avevano mai parlato di un qualcosa del genere, nell'ipotesi di distruzione del nostro bel pianeta per causa nostra, in modo da potere proseguire nell'evoluzione."

Risposta:
"Caro Maurizio, questa notizia dà corpo ad un'altra delle tante predizioni contenute nelle Rivelazioni dei nostri maestri. Chi ci segue, infatti, ricorderà che Luigi, più di trent'anni fa, ci aveva rivelato l'esistenza di un altro pianeta simile alla terra nel caso in cui noi fossimo in procinto di distruggere il nostro.
In quell'occasione, uno dei presenti aveva chiesto: "L'essere umano è anche da altre parti dell'universo? Ci saranno sempre mondi, pianeti, esseri umani, forme viventi di varie specie e l’evoluzione che parte da zero, fino ad arrivare a fondersi con la divinità?"
E Luigi aveva risposto: "Certo....Non a caso ci sono altri mondi nell’universo. I famosi pianeti astrali, sono quei mondi dell’universo. Se la vostra evoluzione raggiunge un piano astrale - il piano sta per pianeta - è dove andate senza corpo a fare la vostra meditazione. Scendere da lì sulla terra, è come il battito delle vostre ciglia. Lì fate evoluzione; dopo trapassato, ognuno fa evoluzione o la sua meditazione, nel suo piano astrale. Se tu sei ad un piano evolutivo… mettiamo molto alto, al tuo trapasso vai lì per non essere contaminato, perché ogni piano ha la sua purezza. Devi andare in un piano di meditazione adeguato al tuo piano evolutivo."
Domanda: "Nei dintorni, c’è qualche pianeta dove gli esseri sono all’incirca nelle nostre stesse condizioni d’evoluzione, o magari più avanti?"
Luigi: “ Ci sono solamente esseri disincarnati.”
Domanda:" La terra sarebbe il più alto, a livello materia?"
Luigi: "La terra… era qui il Paradiso terrestre, questo era il Paradiso terrestre! Era la Terra. È qui che ogni essere umano deve fare la sua evoluzione, che sia più progredito o meno progredito. Il più progredito avrà un livello maggiore, più evoluto; l’altro, che dovrà andare altrove, starà dove c’è più fame, più freddo, più miseria: scelto da loro per la propria evoluzione.” Domanda:" E' possibile che questo sia l’unico pianeta dove ci si può incarnare, che non ne esistano altri tra i miliardi di mondi che ci sono? "
Luigi: "E' qui sulla terra che dovete venire! Quando poi trapasserete, avrete un mondo vostro, perché la vostra potenza può farvi riprendere il corpo, lo può fare a suo piacimento, può costruirlo col solo pensiero della mente, può fare tante altre cose. Se la vita è qui sulla terra, fra pochi anni ci potrà essere un altro mondo da abitare, perché l’essere umano potrebbe distruggere questo ed avere bisogno di un altro....perchè questo mondo potrebbe durare poco - ma penso che fortunatamente voi ce la farete - saranno già pronti con le astronavi per andare su un altro pianeta, da dove, una volta arrivati, non potranno più ripartire, dovranno ricominciare daccapo: ricostruire la zappa, la vanga e ricominciare la stessa cosa perché avranno distrutto il meglio di sé. Ci saranno delle generazioni che dovranno fare quell’evoluzione. Saranno proprio le grandi menti, quelle che saranno all’altezza di capire tutto, che si autodistruggeranno perché vorranno il tutto, e dovranno ricominciare daccapo.”
Domanda: "Allora, l’incarnazione è una condizione particolare dello spirito per ragioni che riguardano l’essere umano?"
Luigi: "Il corpo non esiste, quello che esiste è l’evoluzione dell’anima. Il corpo si fa solamente bello di sé: si veste bene, si incipria, si improfuma, cerca di guadagnare denaro, costruisce astronavi, aeroplani, razzi… tutto quello che vuoi, ma è solamente un qualcosa che non ha esistenza, perché vive poco. È trapassato, sai, chi ha inventato l’aeroplano, il dirigibile, l’elettricità, la radio, tutto! Sono tutti trapassati! E non hanno più nulla a che fare con le loro invenzioni! Sono su Astra. Marconi è su Astra; Volta è su Astra; sono su Astra Dante Alighieri e tanti altri. Lì, si organizzano per venire ad aiutare questo povero mondo che è in disfacimento. ”
( Luigi, 28.11.84)

Nella Rivelazione successiva, il Maestro completò la predizione, aggiungendo peraltro che l'umanità potrà salvarsi su questo mondo con la forza dell'amore, con la preghiera, con la ricerca della Luce. Noi, ci rivela il Maestro, possiamo evitare la distruzione della Terra se solo lo vogliamo con l'intenzione e con la fede nel Disegno Divino. Sarà grazie al costante e continuo impegno dei Centri spirituali come il nostro e di tanti altri gruppi di preghiera, che un numero sempre maggiore di esseri umani potrà evolversi e diventare consapevole, salvando se stessi e anche il nostro bellissimo pianeta. Ecco le parole del Maestro:

"La terra ha bisogno di esseri viventi che pregano e invocano la divina Saggezza, affinché entri nelle menti umane di uomini corrotti che vorrebbero trasformare questa piccola terra in un cimitero, in un putridume di carne e ossa, la cui emanazione corromperebbe tutto il creato.
Ma è grazie a Cerchie, a Cenacoli come questo, che non cercano le grandi manifestazioni, le grandi prove o le grandi confusioni, ma cercano il suono dell’OM, che invade tutto l’universo in un pianto sfrenato di gioia. Esseri umani distaccati dagli stessi esseri umani, si radunano come voi in cerca della Parola che li renda sempre più liberi, che li renda sempre più veri figli divini di Dio; e loro, solo loro, sono la salvezza di questa povera umanità. Finché esisteranno gli esseri umani che cercano la verità e la invocano, la Terra non potrà disfarsi. Finché uno solo chiamerà a sé l’Essere Supremo, fino a che potrà sentire la Sua voce tra la disperazione, il dolore e la gioia di poter ricevere, la Terra non perirà.
Molti cercano troppe cose umane, vaghe, disperazioni che poi non appagano il proprio io interiore, ma il cui vuoto distrugge e fa confusione intorno ai propri fratelli. Liberatevi da queste larve, liberatevi da quei falsi profeti che in nome di tanti Santi fanno il loro tornaconto umano.
Ma è grazie a queste piccole, ma sane Cerchie, che la Terra potrà salvarsi, perché voi cercate la verità, cercate l’amore, cercate quel raggio di luce che vi dà la vita, oh, cercate un sorriso ed una carezza, cercate chi vi consola, affinché possiate consolare. Ed Io vi dico che voi sarete consolati perché nel cuore e nel disegno divino del Padre Mio, ogni vostro nome è già inciso!
Io vi benedico con l’Amore più grande, vi benedico nel segno di una croce tanto lucente che sarà impressa nella vostra mente, nella vostra fronte e nel vostro cuore, affinché la vostra ricerca sia sempre più chiara, più lucida e più veritiera. Io vi abbraccio. La pace sia con voi."
(Il Maestro, 12.12.84)
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento