Menu

Domanda n.52: " "L' importanza del Vesak e del plenilunio di maggio"

Monday, 20 May 2019

Domanda:
"Cara Maria, come sai ogni anno in tutto il mondo viene celebrata dai Buddisti, in occasione del plenilunio di maggio (o tra il plenilunio di aprile e quello di maggio, a seconda delle tradizioni) la festa del Vesak, per festeggiare il principe Gautama Siddharta, detto il "Buddha", dato che in maggio si sono verificati i tre avvenimenti più importanti della sua vita: la nascita, l’illuminazione e la morte.C'è una relazione tra questa festa e il plenilunio di maggio che nelle Rivelazioni di Neri viene considerato un giorno importantissimo? Mi riferisco a questa frase di Neri: "“Il plenilunio di maggio è il giorno sacro, il giorno per eccellenza, la grande Festività di tutto il firmamento, dove tutte le cose, tutti i piani evolutivi, in questo giorno si possono mischiare con quelli che sono ancora non evoluti! Come una grande festa, ognuno lascia il proprio piano per immergersi in mezzo a tutte le anime trapassate". (Neri 1.6.94)

Risposta:
Cara Giulia, ogni anno, secondo i Buddisti, nei giorni del plenilunio di maggio, il Buddha torna sulla terra a portare la sua Grande Benedizione, per aiutare ed incoraggiare l'evoluzione spirituale dell'umanità. Ma non solo il Budda: in tutte le tradizioni spirituali si celebra la Grande Luce che aiuta la crescita degli esseri umani e che ogni anno in questi giorni torna sulla Terra. Tutti i Maestri ascesi ci portano durante questo periodo una grande energia di rinnovamento.
Luigi ci ricorda bene questo evento: "Nelle notti di plenilunio c’è la discesa dei grandi Maestri, che cosa grande! Basterebbe questo fatto per rendere i vostri cuori tanto felici, siete qui, avete questo dono, questa grazia, vi è stata donata su un piatto d’oro, sappiatela accettare, prendete questo dono che vi viene offerto. Questa è la cosa più pura che esiste, in queste notti gli animi devono essere più che buoni, ci dovranno essere delle candele accese, non sarà versata una parola, ma solo pensiero puro, dopo una preghiera, poi l’assoluto silenzio, affinché la Luce discenda in ognuno di voi.” (Luigi 13.6.84)
Si tratta di un evento straordinario, la cui motivazione fondamentale è quella di promuovere i valori universali di tutte le grandi tradizioni spirituali: l'amore, la compassione, la fratellanza, il rispetto reciproco.
Il significato profondo di questo evento, come ci ricordano i Maestri spirituali, tra cui Neri Flavi, è che la festa del Vesak e del plenilunio di maggio rappresenta il momento supremo in cui si realizza il più intenso sforzo spirituale di tutto l'anno da parte degli Esseri di Luce per fare crescere l'umanità. La grande energia di Luce che scende nel giorno del plenilunio, servirà a "sbarrare la porta dietro cui il male risiede" come recita la "Grande Invocazione" una delle più potenti preghiere che i Maestri ci hanno donato per facilitarci il cammino: l'invocazione alla Luce affinchè dalla mente e dal cuore di Dio scendano la Luce e l'amore nel cuore degli esseri umani.
Partecipare alla festa del plenilunio di maggio (e al Vesak) significa collegarsi con gli Esseri di Luce attraverso la meditazione, e ricevere e ridistribuire la Grande Benedizione da loro impartita all'umanità. In tutti i periodi di plenilunio, ma in particolare nei giorni del plenilunio di maggio, "la nostra mente, in queste sere di plenilunio è più attenta, è più evoluta, si sente come un’altra persona, perché non fa altro che risvegliare dentro di sé questo grande calore che ha interiormente nel proprio spirito, riceve la luce dal sole, che è come ricevere il prana, perché è prana, è Luce divina; ecco perché c’è un’energia più forte e l’uomo che riceve questo influsso positivo, in quel momento, facendo meditazione, si stacca da se stesso e dalla terra....Rinnovarsi nel proprio fisico, rinnovarsi in tutte quelle che sono le cose più belle, per ricominciare da capo con una nuova era, un nuovo modo di vivere, come mettere mese per mese ciò che dico sempre: punto e a capo. Sicché pensate quanto può essere importante questa grande manifestazione del plenilunio che vi rinnova completamente."(Neri, 22.2.95)

Ti segnalo su queste considerazioni due domande già pubblicate sul sito: la n.31 ("E' il giorno del plenilunio") e la n.15 ("L'importanza della luna") e come lettura di riflessione queste due rivelazioni del Maestro.

"La pace sia con voi. Cari figli, quest’ora tanto bella è sacra a tutta la creazione, poiché il ciclo della creazione incominciò veramente col plenilunio, dove tutto era Luce: la Luce erano gli astri, lucenti erano le stelle, lucente era la luna ed anche la terra ed i soli. L’universo fu come una grande festa, che si illuminò così rapidamente dalla tenebra alla Luce più grande. Piacque, e fu sempre festeggiato ed amato dai fedeli che si riuniscono sempre nell’ora più esatta possibile, affinché questa forza generatrice possa entrare in contatto con l’anima dello spirito umano, e possa accrescerne la luce interiore.
I cuori tornano a riunirsi, le anime tornano a capirsi, un’energia vitale che circonda la terra, delle anime più possenti che la vigilano e sono più vicine a questa, trova quest’ora di delirio, quest’ora d’Amore verso la grande Luce. Questa festa solamente spirituale trova a combaciarsi completamente con ogni ora del vostro essere, con l’ora della vostra nascita; torna a combaciarsi con l’ora divina di Dio che ha voluto creare l’ora in cui l’essere umano cominciò a comprendere, l’ora in cui ogni uomo si sentì più buono. Ecco perché questo è un giorno particolare. È quasi spregiativo per quegli esseri che sono lontani e non sanno il valore di un’ora tanto bella e tanto utile a loro. Siate benedetti, cari figli Miei. Presto una grande ondata di esseri nuovi, esseri che cercano l’Amore di Dio, verrà meravigliosamente a partire da questo plenilunio, in una nuova vita spirituale. Che la pace sia con voi."
(Il Maestro 15.3.87)

"La pace sia con voi. È bello sempre ritrovarsi, poiché mai si ripete lo stesso momento, la stessa Vibrazione che molte volte si rafforza, molte volte diventa sempre più chiara e più potente. Più chiara e più potente diventa e ognuno di voi viene avvolto da questa Vibrazione che esce dal Mio Essere e da tutto l’universo e vi stringe forte, per rinnovare, per pulire, per rafforzare il vostro corpo così fragile, così umano, così debole.
Ma la scintilla divina dentro di voi, si sforza, piange, urla, prega e medita per potersi ingrandire, per poter uscire dalla visione corporale, ed essere una visione eternamente astrale. Essa urla, ripeto, affinché l’io interiore di ognuno di voi si debba risvegliare a questo grido potente. Io direi: “Risvegliatevi alla verità di un’esistenza, risvegliatevi alla verità che è sempre esistita e che voi non conoscete, risvegliatevi al vostro io interiore, affinché il palpito della vostra anima sia così potente e batta così forte da uscire dal vostro involucro umano e possa irradiarsi in tutta la sua potenza, poiché ognuno di voi, in cui l’anima vive e vibra, è una verità che nessuno può disconoscere.
Ecco che allora, fratelli Miei, date spazio al vostro io interiore, date spazio e ammorbidite questo vostro corpo così crudo, troppe volte così duro per tanti pensieri negativi, per tante false illusioni di una vita così reale che non esiste, ma che è solo un sogno che avvolge la vostra mente. Vi sentite prigionieri di un corpo di sogno, di una visione di sogno, di un tatto di sogno, di un gusto di sogno, di una vista di sogno, poiché l’anima mai potrà essere prigioniera della carne che l’avvolge.
Allora, ci vogliamo noi domandare: è forse il corpo che soggioga l’anima o è l’anima che si fa schiava del vostro corpo?… affinché possa veramente vivere e vedere una verità che non esiste, una verità di un’immaginazione provata, sentita nel tempo umano, e si combatte, logora se stessa, si trova prigioniera di un sogno di sofferenza, poiché l’anima divina non potrà mai essere schiava della materia. L’anima divina non conosce il peso della materia, ma conosce solamente il peso della propria colpa, conosce solamente il peso della propria prigionia, creata da se stessa per soffrire e donare allo stesso universo, a cui ella appartiene, questo suo miracoloso pensiero di sogno.
Ma tutto è vero! poiché, voi dite, si tocca. Tutto è vero! poiché, voi dite, si prova. Tutto è vero, poiché tutto si sente! Chiunque, nel pieno sonno della propria notte, vive il momento vivo di un sogno che non esiste. Allora, fratelli Miei, svegliatevi da questo vostro sonno, e come dice il Maestro Luigi trovate la chiave giusta, affinché ognuno possa uscire e trovare nella propria personale esistenza di sogno, una verità viva dove tutto si vede, palpita, si tocca e si ode al di fuori di ogni sonno e di ogni sogno.
E di questa vostra consacrazione [del gruppo] detta così in anticipo… perché? voi dite. Affinché ognuno di voi possa meditare e prepararsi a quel giorno tanto atteso. Non verrà dato il giorno fisso, poiché ogni anno cambia, ma rimane consacrato nel mese di maggio; perché, voi dite, nel mese di maggio? Il mese di maggio è il mese più sensibile, sia al cuore umano che ad ogni vibrazione di ogni anima astrale. Una grande festa si compie in cielo: delle anime, nel mese di maggio di ogni anno, consacrano il proposito di scendere sulla terra; nel mese di maggio, delle anime scrivono nel grande Libro divino, il proprio karma per scendere sulla terra. E grande festa viene fatta in cielo, poiché i propositi di questo loro consacrato momento vengono festeggiati con canti e musiche.
Ecco perché, anche voi, in questo vostro Cenacolo, festeggerete questo giorno insieme alla Vibrazione astrale. Sarete uniti con loro, poiché questo giorno di maggio è il giorno più sensibile, più sentito, più puro, più vero, in cui la Luce invade ogni anima astrale ed ogni anima terrena che prega ed invoca l’Altissimo. Le anime astrali giungono a voi in quell’ora del mese di maggio, e festeggiano con voi la gioia di questa loro missione terrena.
Cosa ci può essere di più grande di un contatto divino, sia terreno che astrale? Per nostro desiderio, vogliamo che vi congiungiate in pensiero, in forte meditazione, vi congiungiate in un unico abbraccio poiché riceverete anche le loro presenze. Come in ogni mese le anime scendono qui con voi e vi ascoltano, vi suggeriscono e vi parlano; ma non sarà così come nel mese di maggio, dove la Vibrazione divina è più vicina alla fascia terrena.
Il nostro desiderio è che voi vi foggiate per unirvi, abbandonati a questa grande, meravigliosa manifestazione di un unico abbraccio di Luce. Perciò, anche le anime astrali che faranno patto di scendere sulla terra, in quello stesso giorno festeggeranno con voi questo grandioso avvenimento. Ecco la nostra ricompensa, una di tante, ma la più importante, poiché noi desideriamo che questa vostra consacrazione sia unita alla nostra Vibrazione. Io Vi abbraccio fratelli Miei, in un grande, desideroso bisogno di amarvi sempre di più. Io Mi dono a voi: voi donatevi a Me. Pace, Luce, Potenza e Amore, uniti insieme".
(Il Maestro 18.1.89)
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento