Menu

Domanda n.54. “Il Kundalini e la ghiandola pineale”

Friday, 21 June 2019

Domanda:
“Cara Maria, nell'ultima domanda (n.53) hai parlato delle cellule rigenerate e purificate, spiegando che sono tutte viventi e pensanti e tutte contengono la vibrazione del nostro spirito! Ma qual'è il collegamento tra il nostro essere fisico e lo spirito? Come riceviamo l'energia divina? Forse attraverso l'occhio spirituale che è connesso con l'emisfero destro del cervello? Nell'induismo si parla di energia divina che scorre in noi a forma di spirale, chiamata kundalini. E' forse questo?”

Risposta:
“Caro Fabrizio, il cristianesimo delle origini parlava apertamente di questa forza magnetica, detta kundalini, che scorre lungo la colonna vertebrale partendo dal più profondo della spina dorsale, cioè dall'osso sacro (proprio per questo detto “sacro”): sale girando in senso orario come una spirale e, attraverso le trentatre vertebre (33 è un numero pieno di significati) arriva ad attivare l'emisfero destro del nostro cervello (come sai, l'emisfero sinistro è quello che ragiona, che usa il linguaggio e che ci serve nel nostro quotidiano; quello destro è collegato con lo spirito e si comporta come un accumulatore di energia, energia che viene attirata man mano che l'essere umano “si sveglia” spiritualmente).
Questo meraviglioso fenomeno si attiva quando ci predisponiamo a fare un passo in avanti nell'evoluzione attraverso la meditazione e la preghiera: in questo modo sviluppiamo il terzo occhio, detto occhio spirituale, che si trova in mezzo ai nostri due occhi fisici e che è collegato alla ghiandola pienale. Attraverso questa ghiandola noi riceviamo dall'astrale la Luce, l'energia divina, e con essa le intuizioni e i messaggi che ci provengono dallo Spirito, insomma quello che ci serve per cambiare le nostre vecchie abitudini, i vecchi schemi mentali, per combattere gli errori derivati dal libero arbitrio, e quindi per fare le scelte giuste e migliorarci.
Il Maestro ci ha rivelato che “la punta del kundalini attira energia tramite la ghiandola pineale, attinge energia, energia creativa spirituale”. È lì che si forma l’essenziale evoluzione dello spirito, perché questa parte ha contatto diretto con la nostra anima. Ti riporto qui di seguito l'intera, significativa, rivelazione del Maestro:

“Pace, la pace sia con voi. EccoMi qui presente in mezzo a voi, fratelli Miei. Siete stasera più luminosi. Io vi ho visto entrare ad uno ad uno. Vi ho guardato, vi sorridevo, vi ho stretto a Me. Ma in taluni ho visto, dentro di loro, questo conflitto fra materia e spirito, e proprio per questi esseri Io vi dirò che la grande Energia che scende su di voi come un’attrazione universale, cerca di portare pace al vostro conflitto interiore.
Io vedo la grande lotta tra il bene ed il male, il pensiero che vi assilla, il pensiero creatore del pensiero rivolto verso la terra, creatore delle cose terrene da cui voi ancora non siete distaccati. Questo conflitto interiore dentro di voi vi fa riflettere, vi fa pensare, perché mentre una parte di voi, la parte sinistra del vostro essere è in conflitto con la terra creatrice di cose terrene, l’altro canto, la parte destra, lotta per superare la parte negativa. Questo conflitto interiore che c’è dentro di voi, cerca di farvi comprendere quell’espressione della vita terrena che è così vana, come il denaro, il sesso, ecc. ecc., che è solo la parte illusoria che arriva e ruba alla vostra parte destra i pensieri che vorrebbe fare suoi per vivere in un mondo d’illusione, nel mondo dell’illusione che però avrà fine, avrà fine col tempo, gli anni, i giorni, le ore. A poco a poco questa parte si logora, finisce e muore. Muore però rimanendo attaccata alla terra, perciò sottoposta a rinascere per continuare a lottare ancora. La parte destra del vostro essere, nella quale non sono altro che ispirazioni, pensieri divini, lotta per sopraffare la parte mediocre sinistra, la parte dell’illusione.
Questa lotta conflittuale va col tempo, lottano insieme attimo per attimo: per questo sono unite dentro di voi affinché, però, come potete ben constatare, la parte inferiore venga sempre vinta dalla parte superiore che è la parte destra. Perché? Mentre la parte sinistra attinge energie dalla terra, dall’energia terrestre, la parte superiore attinge energia dal sole, da quella parte superiore che è energia solare astrale. Perciò, rifornita di maggiore forza, rifornita di maggiore espressione più intellettuale e più progredita ed avanzata nel suo essere, a poco a poco soffoca l'altra e vince, e questa parte vostra destra che punta verso l’alto, non fa altro che volgere, dimostrare che quello che interessa è la parte divina e non la parte dell’illusione.
Mentre la parte sinistra attira energia sempre dalla terra, la parte destra viene riscaldata da un vortice interiore che nessuno può vedere, come una spirale. Parte da terra a sinistra e comincia a girare verso destra. Entrando nella parte destra si gonfia, dà energia; ritornando verso la parte sinistra perde la sua sostanza, la sua energia. Si ricarica dal momento che gira dalla parte del sole, dalla parte dell’energia astrale.
Questo processo di energia che si attiva verso di voi, vi dà positività di una forza molto sostanziale, di un’energia che non finisce. Il conflitto interiore dentro di voi, non è altro che il vostro pensiero, la vostra mente. Ecco perché il pensiero vi è venuto, vi ha attraversato, vi ha dato forza ed amore. Come avviene tutto questo dentro di voi? Se la vostra mente è una volta afflitta, una volta pensierosa, attira energia dalla terra. Allora i vostri pensieri sono rivolti alla terra e non prendono niente di positivo. Essendo voi costruiti, fatti di parte divina, avete sempre la grande forza di costruire, pensare, fare, lavorare, usando sempre quell’energia che vi ha generato, però usate quest’energia per le cose terrene.
La parte destra di voi, che è la parte positiva dove il vostro kundalini nasce dal fondo della vostra spina dorsale, cioè la parte sacrale, girando questo intorno a voi, la sua punta è rivolta verso destra, finisce dalla parte destra. Ecco perché attinge parte positiva della stessa parte creativa divina: attinge dall’astrale.
La parte invece inferiore, attinge dalla punta sacrale e non può salire, si ferma a metà della vostra spina dorsale. Questa forza d’energia non può salire perché l’attrazione terrestre, attingendo dalla parte inferiore del vostro essere, si ferma a metà per mancanza di forza evoluta, per mancanza di forza che non viene dall’astrale ma viene dall’energia terrestre.
Perciò, ecco che allora la vostra punta fa questo senso fino alla punta sacrale, porta energia sacrale fino al punto dell’attrazione terrestre. Non arriva alla punta determinante per attingere energia, ma l’energia che sale dalla parte dove la punta del kundalini attira energia tramite la ghiandola pineale, attinge energia; perciò sale, si riforma, punta a nord e lì attinge l’energia, energia creativa spirituale.
È qui che si forma la vostra energia, il vostro contatto creativo; è qui che si forma l’essenziale evoluzione del vostro spirito, perché questa parte ha solo contatto diretto col vostro spirito, con la vostra anima. Avete capito fratelli Miei? È così semplice! basta attingere l’energia! E allora la vostra mente sia sempre pura, ché se la vostra mente è pura e serena, attinge energia dall’universo, dall’astrale. E dall’astrale che cosa attingete? Il Pensiero, il Pensiero divino che giunge a voi.
Attratto dai vostri buoni pensieri entra in voi e rimane, lotta e vince la parte inferiore, fino a che... fino a che la vostra mente superiore non avrà vinto la parte inferiore del vostro essere. Allora voi sarete liberi, sarete liberi perché la vostra mente sarà piena d’energia, di Luce vibrante del Pensiero divino, della quale voi farete da accumulatore. Entrerà in voi e sarà un’esplosione d’energia assoluta, energia che viene dall’intimo del profondo del vostro spirito.
Voi dite: “Cosa vuole dire energia assoluta?” L’energia assoluta, cari fratelli Miei... questo figlio (cioè Neri) c’è arrivato! L’energia assoluta è l’essere in contatto con le Menti superiori! Non sono altro che il contatto per voi, il contatto di una Vibrazione senza parola… si chiama forza Pensiero! Questa forza Pensiero vi tiene in contatto dialogante con le Menti superiori, queste Menti che sono sempre a lanciare messaggi ai vostri esseri, ma non li comprendete! Ecco che allora l’essere, non più umano ma divinizzato, umano solo per la sua forma esterna, è divinizzato nella mente. E nella mente attrae i Pensieri divini, che a sua volta rilancia a contatto degli Esseri superiori!
Vi abbiamo sempre parlato del pianeta Astra, da dove forze Pensiero giungevano a voi. Chi sono quelli che sono nel Pensiero Astra? Entità Pensiero purissime, hanno un nome: Monadi. E quando voi sarete con la mente pura ed avrete vinto il vostro sé inferiore, voi potrete dialogare direttamente con loro! La pace sia con voi.”
(Il Maestro 28.4.93)


In quello stesso giorno 28.4.93 un membro del gruppo ha chiesto a Luigi: “Oltre al movimento destrorso dell’energia ascendente kundalini, quindi positiva, esiste anche un movimento al contrario, sinistrorso, che praticamente scarica a terra energia negativa?”
E Luigi ha spiegato: “No, non gira in senso contrario come si può immaginare, perché se dovesse scendere in senso contrario, attingerebbe sempre dall’alto. Ciò che si attinge dall’alto non è mai negativo, è sempre positivo; ma attinge dall’energia della terra, perciò non sale, perché l’energia della terra arriva fino ad un certo limite. Perciò, il sinistrorso attinge dalla terra e non sale più della metà, arriva cioè fino alla metà della vostra spina dorsale; mentre il destrorso, che comincia dal sacrale, arriva in alto e fa energia con la sua punta uscendo dalla parte ricettiva della ghiandola pineale.... Gli studiosi ne hanno fatto un commento logico e dicono che sale e riscende... ma no! Perché ciò che è positivo non scende, arriva! Perché è già una fusione di un contatto, un’anima pura che attira energia! La tua mente, se è pura attinge energia, l’attinge, cioè l’attira!... Siamo antenne riceventi! Quella che invece è negativa, la parte sinistrorsa, viene solamente costruita dalla parte terrena; gira, si ferma a metà perché di più non gli è consentito salire.......” (Luigi 28.4.93)

Ecco altri chiarimenti su questi temi: “La ghiandola pineale ha il potere di farvi evolvere, di farvi fare evoluzione.... Essa, ogniqualvolta si apre, incamera esclusivamente luce: non può incamerare altro. E questa luce che penetra e si deposita nella vostra anima, porta aria fresca, una luce nuova che va a ripulire quelle scorie da cui è avvolta la vostra anima.
La ghiandola pineale si apre nella meditazione, ma non solo; è nella preghiera, ma non solo; è nelle opere buone, ma non solo; è nella vostra umiltà. Ogniqualvolta che ognuno di voi medita e manda pensieri costruttivi buoni a chi ne ha bisogno, la vostra ghiandola pineale si apre in una maniera abbastanza ampia, e riceve l’amore che voi mandate. E l’amore non può essere composto di cellule o atomi, l’amore è composto solamente di luce. Voi mandate col vostro amore e col vostro pensiero meditativo una scia di amore e di luce che arriva dove voi la mandate, e viene corrisposta con amore e luce: un fascio di luce molto più ampio.
Naturalmente bisogna essere molto preparati ed avere il cuore sgombro da ogni pensiero, avere la mente esclusivamente pronta, in attesa per donare e per ricevere. Perché se nelle vostre meditazioni siete svagati, non dà e non riceve niente.” (Luigi 4.2.87)

”Vedete quanto è importante fare l’OM! L’OM è la vibrazione del Divino insieme alla vibrazione di anime disincarnate e purificate che vengono a voi a darvi energia. Danno a voi amore, danno a voi quell’interesse necessario, quel richiamo sublime da potere sviluppare, per poter entrare in piani superiori. E in questo attimo molti di voi sono nei piani superiori e sentono come un formicolio nelle loro membra, in ogni parte del corpo; sentono quell’atmosfera ben diversa, quella pace interiore, sentono quella vibrazione che li avvolge.
Ecco, qui si risveglia il kundalini, che andando in perfetta sintonia con l’universo, si avvolge alla vostra spina dorsale perfettamente equilibrata, e come leggermente esce dalle vostre membra, dal punto pineale della vostra mente, ecco che questa spirale così perfettamente in equilibrio arriva ad uscire ma rimane sempre legata in fondo alla spina dorsale. Perché rimane legata? Questa si scioglierà solamente quando ogni vostro pensiero umano avrà vinto ogni vostra tentazione, ed il vostro equilibrio interiore sarà perfettamente divino.” (Il Maestro 27.11.85)

“Il kundalini è quella forza magnetica che è dentro di voi e parte dal più profondo della spina dorsale. È lo sviluppo che nasce dalla meditazione. Gira in senso orario come la spirale, gira a spirale e si ferma al pari del vostro cervello perché questo ancora non è sviluppato. Quando invece sarà completamente sviluppato, questa forza spirituale magnetica di kundalini, che poi non e altro che lo sviluppo interiore della vostra anima, oltrepassa la mente ed esce. In quel momento l’anima esce insieme a lui e ne nasce il viaggio astrale.” (Luigi 23.10.85)

“L’uomo della terra deve comprendere il perché esiste, il perché è sulla terra, il perché esiste Dio, il perché deve fare del bene, il perché deve essere buono, il perché deve amare, il perché deve essere in contatto con noi, perché siamo un’uni­ca scia trasparente che oltrepassa il vostro corpo. La nostra mente, la Luce che parte da noi, non si ferma all’inizio del vostro corpo, ma entra dentro di voi e parla alle cellule vive che sono nella vostra intelligenza e nel vostro cuore, dove vive il vostro spirito. Ecco perché noi veniamo a voi, ecco perché vi insegniamo a pregare, perché voi, come ogni essere della terra, dovete essere partecipi con noi, essere uno di noi anche se sarete costretti a rimanere sulla terra per fare evoluzione.” (Astra 9.1.91)
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento