Menu

Domanda n.5: E cosa accade delle nostre parole?

Wednesday, 2 April 2014

Domanda:
DOMANDA n.5
Cara Maria, ho letto le tue risposte alle ultime domande e tu hai spiegato prima che cosa rimane della nostra vita e poi che cosa avviene dei nostri pensieri. Ma io non so cosa accade delle nostre parole, di quello che diciamo. Restano anche le parole dette? E, se sì, quali effetti hanno?

Risposta:
RISPOSTA
Cara B., la parola è una vibrazione di grande potenza e regge le sorti dell’universo intero. Come sai, l’universo fu costruito tramite la parola. E anche la nostra forza non è del corpo ma del pensiero e della parola.
Come sempre, è come è giusto che sia, rispondo citandoti un insegnamento del Maestro. Questo:

"Siete qui per ascoltare la parola. Cos’è la parola? La parola è forma di Vibrazione divina. Voi dite che esce così, leggera, ma non sapete la forza che può avere la parola poiché essa fa parte della vostra anima, del vostro spirito: è una vibrazione di grande potenza e regge le sorti dell’universo intero!
Come fu costruito l’universo? Fu costruito tramite una parola. Parola e pensiero che si fondono insieme in una forza, riescono a mettere a posto ogni piccolo quadratino sì da formarne un unico mosaico divino. Tutto l’universo è formato dal pensiero e dalla parola. Il corpo può non avere nessuna forza. Le vostre mani possono essere forti come calore, ma sono il pensiero e la parola che comandano questa forza che si trasmette attraverso le vostre mani o il vostro sguardo.
Cosa non sarebbe la vita senza la parola! Voi parlate, e la vostra parola emana delle forti vibrazioni da scuotere l’universo intero. La vostra parola può unire o disfare a piacimento vostro. Le vostre forze devono essere più unite affinché la vostra parola si purifichi attraverso l’anima ed esca limpida e pura in una concentrazione di spirito di luce.
Cosa sarebbe la parola se non fosse riscaldata, se non fosse amalgamata dalla stessa Luce divina? Voi non sentite il suo calore, sapete che esiste ma non come nasce. È l’anima o spirito che parla, è questa che dà forza all’universo intero.
Se voi fate un’invocazione, una preghiera ad alta voce, potete avere i risultati molto prima che pensando soltanto, perché? Perché il vostro pensiero solo ha una forza limitata, ma il pensiero aggiunto alla vostra parola si forma in un’unica cosa di una potenza grande.
Perciò non parlate mai di cose leggere, ma che la vostra voce e la vostra parola siano costruttrici. Parlate sempre bene, invocate sempre bene, non giudicate e la vostra parola sia solo d’amore. Trasformatevi in questa: che il vostro io si disfi per un attimo e sia contemporaneamente unito alla vostra parola. Amalgamatevi a questa, fatene un circolo rotondo e illuminato, lasciate pure che questa parola vibri nello spazio e vibri fino nell’etere puro perché possa risuonare di grande beneficio per la vostra anima.
Ecco perché - Io dico a voi - non desidero che vi divaghiate in questo momento, dovete essere consapevoli di quanto dite o fate, perché la vostra parola può uccidere o resuscitare. Per un attimo sentitevi leggeri, liberi nello spazio; non vedete il vostro io, ma udrete la vostra voce che vi accompagna nell’universo intero.
Vibrate, urlate Amore e Amore verrà a voi; vibrate, urlate Luce, perché di Luce siete. La pace sia con voi."
(Il Maestro 20.02.82)
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento