Menu

Domanda n.73:”Combattere il male del mondo” (il male non c'è nella creazione, siamo noi che lo formiamo)

Thursday, 11 June 2020

Domanda:
“Cara Maria, leggo sulle rivelazioni del sito che tante Entità Astrali e tanti Maestri stanno operando per il bene della terra e di tutta l'umanità. E anche noi umani siamo in tanti a pregare, in tutte le religioni e tradizioni spirituali del mondo. Allora, come mai siamo ancora sommersi dal male, e anzi questo male sembra prevalere: guerre ovunque, enormi ingiustizie sociali, soprusi di massa, epidemie e tante altre malattie. Come si può spiegare tutto questo?”

Risposta:
“Cara Elvira, intanto va ricordato che "Il male non esiste perchè non c'è nella creazione” (Neri 27.2.93). Siamo noi con i nostri pensieri e con le azioni che lo abbiamo creato e lo creiamo di continuo: il male nel mondo è solo conseguenza dell'egoismo, della prepotenza e della cattiveria umane. Se non ce la facciamo a trasformare tutto questo male è perchè le anime buone, le anime che pregano, le anime dei Cenacoli come il nostro, sono in minoranza rispetto alla cattiveria dell’uomo sulla terra che lascia la sua impronta e la sua negatività.
I Maestri della terra sono consapevoli di questo, accumulando su di sé, facendo da pila ricettiva, attirando tutte le negatività. Molte vengono distrutte, ma molte altre vengono create dall'uomo di continuo. Perciò bisogna combattere, pregare, meditare affinché tutto questo cessi, perché l’essere umano sta distruggendo la creazione divina. Distrugge la nostra aurea che viene permeata di energie negative e per questo le malattie si fanno sempre più frequenti. Bisogna pregate affinché tutto questo non avvenga!
Se hai letto la risposta alla domanda n.11 ("La forza del pensiero collettivo"), saprai già che quando noi stiamo insieme a pregare e a meditare, tutti i nostri pensieri positivi si uniscono tra di loro e crescono, si ingrandiscono in misura esponenziale, diventano Raggi Costruttori di bene, e come tali trasformano i pensieri negativi (sì, perchè quello che avviene tra pensieri positivi e pensieri negativi più che uno scontro, è una trasformazione). Un'Entità ci ha detto, tramite Neri, che "questa terra sarà distrutta senza gli eletti. Chi sono gli eletti? Sono quelle anime che pregano, pensano bene e donano. Sono le anime che sanno captare e recepire, pensare e distribuire il proprio pensiero positivo" (Entità che non si rivela, 16.11.86).
Puoi leggere su questi argomenti (oltre alle domande nn. 45 e 64) la rivelazione del Maestro 23.2.94, di cui tui riporto qui sotto due parti molto significative, e alcuni miei approfondimenti di tanti anni fa, ma molto attuali.

“Dovete pregare affinché tutte le guerre cessino per avere più salute. Voi dite: “Cosa c’entrano le guerre con la nostra salute?” Sì, purtroppo c’entrano!” Le guerre che accadono, inondano la terra di sangue e cattivi pensieri. La forma dell’essere umano si è fatta violenta, si è fatta più cruda e l’energia della terra si ribella a questa forza che non è spirituale. Ecco perché avete bisogno di essere spiritualmente più pronti di altri, perché ognuno di voi avrà il compito di portare la sua parola, e soprattutto di portare un’energia positiva che sia in contrasto con quella negativa che sta manifestandosi ora sulla terra. La terra soffre, soffre enormemente! Tutto viene distrutto. Voi distruggete la creazione divina che sono gli alberi, i mari, i fiumi... distruggete le cellule vive della vita! Perciò bisogna combattere, pregare, meditare, affinché tutto questo cessi, perché l’essere umano sta distruggendo la creazione divina. Distrugge voi stessi, figli Miei, perché distrugge la vostra aurea, che -al di fuori della forma del vostro corpo- attira a sé energie negative, e per questo le malattie si fanno sempre più frequenti. Pregate affinché tutto questo non avvenga! Noi abbiamo bisogno delle vostre preghiere, abbiamo bisogno del vostri pensieri, abbiamo bisogno del vostro amore!”
(Il Maestro 23.2.94)

“Le forze Superiori si inquietano, i Signori dei Raggi sono avviliti e tutto trema sulla terra. Dovete pregare per la salute dell’uomo, perché l’energia che sprigiona la terra è energia impura, è energia piena di sangue, di dolore e di amarezza che non hanno confine. Come avviene questo? Si sprigionano dalla terra miriadi di cellule che sono infette, che sono piene di dolore, che sono impure. La vostra aurea capta continuamente tutte queste particelle negative, cosicchè il corpo a poco a poco diventa più debole e si ammala anche di strane malattie. Queste cellule sono state create dall’uomo con la sua cattiveria, con la sua ignoranza, con la consapevolezza disumana che ha dentro di sé nell’accaparrare, nel bestemmiare, nella sessualità ed in tante altre cose ancora.
Come dobbiamo difenderci? Ci dobbiamo difendere solamente con la purezza dello spirito che avete dentro di voi. L’essere umano non ce la fa perché le anime buone, le anime che pregano, le anime come in questi Cenacoli sono in minoranza rispetto alla cattiveria dell’uomo sulla terra che lascia la sua impronta e la sua negatività. I Maestri della terra sono consapevoli di questo, accumulando su di sé, facendo da pila ricettiva, attirando tutte le negatività. Molte vengono distrutte, molte vengono a colpire l’essere umano di questi Maestri che hanno il peso di questa superficie terrena.
Allora noi alimenteremo il vostro amore, i vostri pensieri, le vostre energie, affinché combattano le energie negative. Ma se voi siete deboli come possiamo alimentarvi? Noi alimenteremmo solamente la vostra debolezza e la debolezza non la possiamo alimentare! Perciò fatevi forti! Dite veramente “siamo Uno”.”
(Il Maestro, 23.2.94)

“Ecco perché bisogna essere in sintonia con l’universo, perché se non siamo in sintonia con tutto l’universo piano piano la nostra aurea si ammala, diventa piena di buchi perché non percepisce più. Le cellule invecchiano perché è un circuito morto, invece se noi riceviamo il circuito si rinnova continuamente, il nostro fisico ha un invecchiamento molto lento, la mente sempre lucida, attiva! Finché l’uomo sarà attaccato al danaro e ad essere potenti ci saranno le guerre. Quando l’uomo comincerà a staccarsi da questo le guerre non ci saranno più! perché purtroppo le guerre portano danaro.
Uniti col pensiero! Non essere dissociati, noi si deve avere sempre il pensiero attivo. Questo chiedono le nostre Guide, invece di perdersi in tante storie! Il nostro pensiero deve essere sempre rivolto a una cosa positiva e tutti i momenti dobbiamo pensare a fare qualcosa di bene, per il mondo, per tutti! il nostro pensiero deve essere sempre attivo in aiuto agli altri, attivo ogni momento del giorno e pensare sempre al mondo che sia migliore, che cessino le guerre, che gli uomini abbiano la pace, che Dio ci illumini sempre e che si sia sempre sotto la Loro protezione. Noi si è scelto questo! Abbiamo accettato questo e dobbiamo fare questo, è nel nostro dovere! Perché poi è una cosa bella, a noi fa piacere e si deve essere contenti che ci chiedano questo, perché se ce lo chiedono è segno che noi siamo in grado di poterlo fare.
Non ci facciamo distrarre dalle cose terrene, perché allora perdiamo quella spiritualità che acquistiamo, non saremo mai pari e noi dobbiamo andare oltre, ci dobbiamo fortificare sempre con il pensiero il più puro possibile. Ci dobbiamo mettere la volontà, ce la dobbiamo fare, è questo quello che ci chiedono! Percorriamo il Sentiero, e allora veramente ci sentiremo belli fisicamente, mentalmente, saremo felici di questo, perché ci darà anche la felicità.”
(Maria, 1.11.2000 su 23.2.94)

“I nostri disagi sono i disagi dell'anima. L’anima è la nostra batteria, come quella del motore, si carica di questa energia. L’anima riceve direttamente l'energia, poi trasmette alla tua mente le sensazioni di gioia, di captazione migliore, di essere più buoni, trasmette secondo quello che tu le dai, è un trasmettitore, un accumulatore. Se tu dai bene l’anima ti trasmette bene, se le dai male ti trasmette male, non perché l’anima sia negativa.
Sai perché ti trasmette male? Perché combatte, è agitata, soffre, ma non ti trasmette il male, il male è una parola sbagliata, ti trasmette sofferenza perché c’è uno squilibrio tra la mente e l’anima. Devono andare in sintonia, e se la mente non è in sintonia con l’anima la persona è agitata perché la mente crea un qualcosa di suo distaccato da quello che può percepire l’anima, che è una cosa spirituale, la mette da parte. E perché la mette da parte? perché la mente segue molto l’istinto, segue la personalità di noi stessi, il nostro io, invece che seguire quello che percepisce l’anima. Tante volte quello che si percepisce non ci va bene, perché si ha paura di passare per grulli, è questo che ci frena! E invece l’anima vuole solo l’umiltà, l’anima è umile, si immedesima con noi, fa il cammino con noi.”
(Maria, 4.11.2000 su 18.1.89)

“L’energia vitale di ognuno di noi viene ricaricata dalla nostra volontà, perché la volontà attinge dal cosmo e ci ricarica, e quando siamo stanchi è perché la nostra volontà è stanca. Se hai una volontà viva non ti senti stanco. Non è il lavoro che ci stressa, è la nostra mente che ci stressa, il fisico non si stressa da sé con la fatica perché nessun contadino è stressato, diciamo è stanco fisicamente ma non stressato perché ci si stressa da noi con l’ansia, con il pensare e questo si riflette sul nostro fisico. La tua volontà attinge energia, ma deve essere una volontà serena, perché la serenità porta serenità, la serenità fa smuovere le montagne perché ti dà quella forza interiore di smuovere le montagne, di accrescere anche un po’ la tua fede. La volontà accresce anche quella parte che è di fede perché tu sei sereno e hai più volontà. E' come un allenamento, l’importante è incominciare, poi piano piano inneschi un meccanismo. E Loro ci spingono continuamente, non ci illudiamo, perché se siamo vivi e sani è perché Loro ci aiutano, perché se si dovesse essere vivi e sani per noi stessi tante volte ci si ammalerebbe con tutte le nostre idee terrene. Lo Spirito continua a lavorare per fare uscire l'uomo dall' oscurità e per riportarlo nella luce; per fare questo, lo deve ripulire dai difetti della sua personalità. Tanti Maestri sono preposti a questo in tutto il mondo. Occorre avere fiducia nel disegno divino, pregare ed aspettare.”
(Maria, 3.6.2000 su 28.10.92).
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento