Menu

Domanda n.76: “Guerre e malattie: come ne usciamo?” (non perdere la fiducia nei Maestri)

Monday, 24 August 2020

Domanda:
“Cara Maria, ovunque ci giriamo, non vediamo che guerre e malattie. Il covid continua a imperversare in tutto il mondo, dittatori piccoli e grandi tengono in pugno intere nazioni, la sofferenza dilaga, le disuguaglianze sociali sono ormai enormi. Come si fa ad avere ancora fiducia nel futuro?”

Risposta:
“Cara Eleonora, non dobbiamo perdere la fiducia nelle Guide e nei Maestri che sono sempre accanto a noi. Perché noi non siamo mai soli, e non veniamo mai abbandonati, neppure in momenti terribili come quello che stiamo vivendo.
Vivere spiritualmente non vuol dire fuggire dai problemi terreni, al contrario: vuol dire affrontarli in modo diverso, in modo consapevole. Per fare questo, però, dobbiamo vuotare la mente dalle prigioni dei preconcetti, delle paure, delle abitudini terrene, e predisporre il nostro animo a ricevere gli insegnamenti del Divino.
Questo è il senso della vita che ci indicano i nostri Maestri spirituali: liberare via via la mente dai pensieri dell'ego terreno e riempirla di consapevolezza, di quella conoscenza che abbiamo già dentro, perché siamo scintille divine che devono liberarsi dal fango della materialità.
Le sciagure che scuotono le nostre coscienze e ci fanno soffrire non devono spaventarci. Neri in un messaggio di pochi anni fa lo ha ripetuto con fermezza:
"Non state in ansia: tutto andrà come deve andare. C'è un disegno divino, perché nulla avviene a caso sulla terra! Noi lavoriamo tanto per questo disegno, perciò state tranquilli. Fate quello che è il vostro compito. Al resto pensiamo noi!" (Neri, messaggio dall'Astrale, 5 aprile 2015)
E ancora più di recente, in pieno disastro globale dovuto alla pandemia, Neri ci ha rassicurati così:
“Tutto passerà, ma ci vuole tempo! E' una ferita profonda, e le ferite profonde hanno bisogno di tanta guarigione e così sarà per voi umani, porterete dentro di voi questo ricordo ma sarà di evoluzione interiore anche se qualcuno ancora inciamperà nel suo cammino. Ma la maggior parte farà parte di me e di noi.
Vediamo tanta sofferenza ma anche tante coscienze che si smuovono. Però tante cose vengono occultate perché non tutti vogliono che il bene trionfi. Ma noi lo faremo trionfare, statene certi! Quello che sarà è una battaglia che dura da tempo, ma questo tempo sta per finire, poi ognuno si leccherà le sue ferite, dovute anche al suo libero arbitrio, che in tanti è molto forte ancora.” (Neri, messaggio dall'Astrale 30 marzo 2020)

Perciò, cara Eleonora, devi avere fiducia. Come puoi non avere fiducia nel tuo Maestro? Se tu lo ami veramente devi avere fiducia. Il Maestro ci insegna a distaccarci da tutto ciò che ci affligge e ci dà tristezza, ed a cercare la gioia e la felicità che esistono, ma che sono solo dentro di noi, non fuori di noi. Siamo solo noi che creiamo i nostri sentimenti, nel male e nel bene.
Come dico sempre, da un male verrà un bene, prima o poi. In un mio approfondimento di qualche tempo fa ho parlato di questo:

“Le guerre che accadono, inondano la terra di sangue e cattivi pensieri. La forma dell’essere umano si è fatta violenta, si è fatta più cruda e l’energia della terra si ribella a questa forza che non è spirituale.
Ecco perché avete bisogno di essere spiritualmente più pronti di altri, perché ognuno di voi avrà il compito di portare il suo bagaglio, di portare la sua parola e soprattutto di portare un’energia positiva che sia in contrasto con quella negativa che sta manifestandosi ora sulla terra.
Le forze Superiori si inquietano, i Signori dei Raggi sono avviliti e tutto trema sulla terra. Dovete pregare per la salute dell’uomo, perché l’energia che sprigiona la terra è energia impura, è energia piena di sangue, di dolore e di amarezza che non hanno confine. Come avviene questo? Si sprigionano dalla terra miriadi di cellule che sono infette, che sono impure. La vostra aurea che si espande e capta continuamente tutte queste particelle negative le attira a sé facendo sì che il corpo a poco a poco divenga più debole e si ammali. Si ammala di strane malattie. Ma queste cellule sono state create dall’uomo con la sua cattiveria, con la sua ignoranza, con la consapevolezza disumana che ha dentro di sé nell’accaparrare, nel bestemmiare, nella sessualità ed in tante altre cose ancora.
Come dobbiamo difenderci? Ci dobbiamo difendere solamente con la purezza dello spirito che abbiamo dentro. L’essere umano non ce la fa perché le anime buone, le anime che pregano, le anime come in questi Cenacoli sono in minoranza rispetto alla cattiveria dell’uomo sulla terra che lascia la sua impronta e la sua negatività.
I Maestri della terra sono consapevoli di questo, accumulando su di sé, facendo da pila ricettiva, attirando tutte le negatività. Molte vengono distrutte, ma altre vengono a colpire l’essere umano. Ecco perché c’è bisogno di voi e di tanti come voi che devono pregare, devono essere più puri possibile facendo molte riflessioni su quello che vi è stato detto.

Dice il Maestro:“Bisogna combattere, pregare, meditare affinché tutto questo cessi, perché l’essere umano sta distruggendo la creazione divina. Distrugge voi, figli Miei, perché distrugge la vostra aurea che al di fuori della forma del vostro corpo attira a sé energie negative e per questo le malattie si fanno sempre più frequenti. Pregate affinché tutto questo non avvenga! Noi abbiamo bisogno delle vostre preghiere, abbiamo bisogno dei vostri pensieri, abbiamo bisogno dei vostri sacrifici, abbiamo bisogno del vostro amore. Allora noi alimenteremo il vostro amore, i vostri pensieri, le vostre energie, affinché combattano le energie negative. Ma se voi siete deboli come possiamo alimentarvi? Noi alimentiamo solamente la vostra debolezza e la debolezza non la possiamo alimentare! Perciò fatevi forti! Dite veramente “siamo Uno”. (Il Maestro 23.2.94)

E voi dovete essere in sintonia con Lui! Ecco perché bisogna essere in sintonia con l’universo, perché se non siamo in sintonia con tutto l’universo piano piano la nostra aurea si ammala, diventa piena di buchi perché non percepisce. Le cellule invecchiano perché è un circuito morto, invece se noi si riceve il circuito si rinnova continuamente, il nostro fisico ringiovanisce, abbiamo un invecchiamento molto lento, la mente sempre lucida, attiva! Finché l’uomo sarà attaccato al danaro e ad avere il potere ci saranno le guerre. Quando l’uomo comincerà a staccarsi da questo le guerre non ci saranno più! perché purtroppo le guerre portano danaro.
Allora il nostro pensiero deve essere sempre rivolto a cose positive e dobbiamo pensare a fare qualcosa di bene, per il mondo, per tutti! il nostro pensiero deve essere sempre di più in aiuto agli altri, attivo. Attivo ogni momento del giorno e pensare sempre al mondo che sia migliore, che cessino le guerre, che gli uomini abbiano la pace, che Dio ci illumini sempre e che si sia sempre sotto la Loro protezione. Noi si è scelto questo! Abbiamo accettato questo e non ci possiamo nascondere come gli struzzi.
Non ci facciamo distrarre dalle cose terrene, perché allora perdiamo quella spiritualità che stiamo acquistando, non saremo mai pari e invece noi dobbiamo andare oltre, ci dobbiamo fortificare sempre con il pensiero il più puro possibile. Ci dobbiamo mettere la volontà, ce la dobbiamo fare, è questo quello che ci chiedono! Percorriamo il Sentiero, e allora veramente ci sentiremo belli fisicamente e mentalmente, saremo felici di questo, perché ci darà anche la felicità.”
(Maria 1.11.2000 su 23.2.94).
Campana
Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra informativa completa. Acconsento